Dott.ssa MORENA PEGGI Psicologa, Mediatrice Familiare, Terapeuta EMDR
Studio di Psicologia Clinica e Forense

"Il benessere viene
 dalla mente"

Blog

BULLISMO e trattamento con EMDR

Pubblicato il 25 aprile 2016 alle 04.25


Il bullismo è considerata una forma di prevaricazione che si attua attraverso atteggiamenti di intimidazione, sopraffazione, oppressione fisica o psicologica commesse da un soggetto più "forte" nei confronti di un soggetto più "debole". Il l bullismo si configura come un comportamento sistematico e ripetuto nel tempo in una situazione di disuguaglianza di forza e di potere. Tale fenomeno si manifesta prevalentemente nel contesto scolastico ma anche in tutti gli ambienti  di aggregazione come contesti sportivi o ricreativi.

I SINTOMI

Le vittime possono manifestare il sintomo di disagio in diversi modi: rifiutandosi di recarsi a scuola, lamentando sintomi da stressa quali mal di stomaco, mal di testa, incubi e attacchi di ansia. i bambini possono peggiorare le proprie prestazioni scolastiche, peggiorando l'apprendimento. Talvolta le vittime possono sviluppare fobie specifiche e comportamenti di evitamento. Inoltre, una volta adulte le vittime possono sviluppare disturbi emotivi quali depressione anche disturbi alimentari.

TIPI DI BULLISMO

Esistono diversi tipi di bullismo solitamente catalogati come

. bullismo verbale: il bullo prende in giro la vittima, dicendole frequentemente cose cattive e spiacevoli o minacciandola

. bullismo psicologico: il bullo ignora o esclude la vittima completamente dal suo gruppo o mette in giro false voci sul suo conto

. bullismo fisico: il bullo colpisce la vittima con aggressioni fisiche o molestie sessuali

. Cyberbullismo: il bullo invia messaggi molesti alla vittima oppure riprendendo immagini o filmati per diffamarla, minacciarla o darle fstidio

VITTIME, BULLI, SPETTATORI

La vittima generalmente è un ragazzo tranquillo, riservato,sensibile, spesso con una scarsa autostima, ansioso, insicuro e che hanno difficoltà ad affermarsi nel gruppo. i bambini che subiscono prepotenze generalmente non lo dicono agli adulti. Possono avere paura o vergognarsi.

Il bullo generalmente è apparentemente sicuro di sè, con un forte bisogno di dominare, aggressivo verso i compagni più deboli ma anche verso i genitori e gli insegnanti. Manifesta grosse difficoltà nel rispettare le regole e una bassa tolleranza alla frustrazione e alle contrarietà, sono impulsivi e hanno una spinta alla dominazione. Molto spesso hanno a loro volta dei vissuti di violenze o maltrattamenti subiti per cui da bullizzati diventano a loro volta bulli come forma di rivalsa e di riscatto.

Gli atti di bullismo accadono prevalentemente sotto gli occhi dei compagni (o all'interno dei contesti o nel gruppo dove il bullo è il leader). Gli "spettatori" che ridono e incoraggiano i bulli a continuare nella loro azione di prepotenza, più o meno volontariamente, finiscono per rinforzare e sostenere il bullo.

EMDR COME TERAPIA BREVE

L'EMDR è un trattamento psicoterapeutico particolarmente indicato nella cura delle conseguenze dei traumi, come il bullismo. L'approccio EMDR offre l'occasione di aiutare la vittima a rielaborare l'impatto emotivo degli episodi di bullismo, togliendo la parte più traumatica, facendoli lasciare questa esperienza nel passato e rafforzando la loro autostima.

E' possibile lavorare anche con il bullo permettendo una rielaborazione di eventi e modelli che possono averlo portato a sviluppare un comportamento così aggressivo e traumatizzante, ma anche per fargli sviluppare una modalità alternativa di comportamento più sana per lui eper gli altri. Il trattamento sui bulli può aiutare a sviluppare empatia e gestione della rabbia e dell'aggressività.

Per contattare il terapeuta EMDR più vicino a te clicca qui


Categorie: Nessuna

Pubblica un commento

Attenzione.

Oops, you forgot something.

Attenzione.

Le parole inserite non corrispondono al testo fornito. Riprova.

0 commenti